fbpx
Connect with us

News

Abbiamo finalmente giocato Hollow Knight. Com’è andata?

Published

on

hollow knight

Sì siamo consapevoli che Hollow Knight sia uscito da un po’ su Switch, è uscita anche una bellissima Collector’s Edition. Ma noi a volte ce la prendiamo abbastanza comoda, siamo fatti così.

Ebbene, basta con le scuse, andiamo a scoprire insieme il titolo di Team Cherry!

Premessa: cos’è un Metroidvania?

Per metroidvania quei titoli in cui il game design è simile ai famosissimi e apprezzatissimi Metroid e Castlevania: Hollow Knight è uno di questi.

I metroidvania sono generalmente caratterizzati da una mappa interconnessa che il giocatore può esplorare liberamente, senza quasi alcuna limitazione. Questo fa sì che l’esplorazione sia tra i punti chiave del gioco, abbiamo potenzialmente accesso a tutta la mappa fin dall’inizio, escludendo eventuali limitazioni per le quali bisogna aver sbloccato determinate abilità.

Com’è nato Hollow Knight?

Il predecessore spirituale, Hungry Knight è nato durante una Game Jam, competizione in cui gli sviluppatori si sfidano a creare un gioco in un certo tempo limite. Nel caso di questo gioco, il tema stabilito era dieci secondi. Hungry Knight è stato il primo passo verso quello che diventerà successivamente Hollow Knight. Lo scopo del titolo sviluppato durante la Jam session era quello di dover mangiare il più possibile ogni dieci secondi per non morire di fame.

A Team Cherry era così piaciuto il personaggio dai tratti così semplici di Hungry Knight, che decisero di utilizzarlo per il loro prossimo gioco, che tutti amiamo e conosciamo come Hollow Knight!

Dopo il successo avuto su Kickstarter, Hollow Knight è arrivato su PC e poi su tutte le altre console, fino all’approdo su Nintendo Switch il 12 giugno 2018 e con un’edizione fisica solo nell’estate del 2019.

Abbiamo finalmente giocato Hollow Knight. Com'è andata? 1

Cosa rende speciale Hollow Knight?

Il gioco viene reso speciale dalla sua componente artistica e sonora e dai dettagli, infatti ogni singolo elemento del gioco è pensato con una specifica funzione e design, le nostre azioni cambiano il mondo attorno a noi, tutto questo rende l’ambientazione molto curata. Secondo il team, uno dei giochi che ha influenzato maggiormente sviluppo e ispirazione del titolo è stato  Zelda II – L’avventura di Link.

L’importanza artistica del gioco ha anche avuto un grosso impatto sulle vendite, tanto che, per il debutto su console, i creatori del gioco hanno rilasciato il terzo dlc gratuito, rinnovando con una nuova veste grafica il gioco, rendendolo più vivo che mai.

La colonna sonora in particolare è di volta in volta adattata all’ambiente e alla storia, non sfociando mai nella ripetitività, rendendo il gioco il più immersivo possibile.

I contenuti inclusi

Tra i contenuti inclusi con la versione per Nintendo Switch ci sono tutti i quattro DLC rilasciati fino ad ora, senza alcun pagamento aggiuntivo. Qui vi facciamo una breve panoramica dei contenuti.

Hidden Dreams

Hidden Dreams, uscito il 3 Agosto 2017, è il primo dlc gratuito, e aggiunge:

  • 2 Nuovi Boss
  • 2 Nuove Colonne Sonore
  • Portale dei Sogni
  • Una nuova stazione dei coleotteri.

Il portale dei sogni serve per viaggiare velocemente ad un punto specifico nel mondo di gioco, posizionando un portale tramite l’aculeo dei sogni.

Oltre a queste aggiunte ci sono stati anche dei cambiamenti.

  1. Le Essenze ora sono ottenibili anche uccidendo i Nemici.
  2. Rimossa una scorciatoia a Nidoscuro.
  3. Revek ora diventa ostile se uno Spirito della Radura degli Spiriti viene colpito con l’Aculeo dei Sogni.
  4. Nosk ha guadagnato due nuovi attacchi (molti giocatori hanno tirato giù qualche calendario).
  5. Incremento dei danni del Maranido e Ventre Ardente.
  6. Potenziamento per l’Attacco Ciclone: distanza aumentata e rinculo ridotto.

The Grimm Troupe

The Grimm Troupe, uscito il 26 Ottobre 2017, è invece il secondo dlc gratuito e contiene davvero tante tante cose nuove, ci limiteremo alle più interessanti.

  • Nuovi Boss
  • 4 Amuleti
  • Nuovi nemici
  • Della musica tutta nuova.

Inoltre aggiunge l’incubo di molti giocatori: il Sentiero del Dolore.

Lifeblood

Lifeblood è uscito il 20 Aprile 2018 ed è stato l’aggiornamento grafico per il debutto su console.Per il resto apporta fix e cambiamenti minori.

Godmaster

Godmaster (originariamente chiamato Gods and Glory) è uscito il 23 Agosto 2018 ed è l’ultimo DLC rilasciato per Hollow Knight e purtroppo è impossibile fare spoiler a questo punto per elencare le aggiunte. Quindi ATTENZIONE, SPOILER.

  • Sintonizzatore Divino
  • Nuova variante del Fiore Delicato
  • Chiave Semplice addizionale, ottenibile alla sconfitta della Spia Pallida.

Abbiamo finalmente giocato Hollow Knight. Com'è andata? 2

Il gameplay

Il gameplay è un platform con elementi di azione e avventura. All’inizio del gioco partiamo dal Passo del Re, zona in cui incontreremo le prime meccaniche fondamentali del gioco: il salto, l’attacco e la concentrazione delle anime (meccanica che permette la rigenerazione della vita).

Quando moriremo (taaaaaaante, tante volte) in Hollow Knight il nostro amato Cavaliere rilascierà una sua forma di void, che dovremmo poi andare a combattere per riottenere i Geo (la moneta di gioco) e la completa abilità di rigenerarci con le anime. Infatti quando rinasceremo, avremo il contenitore delle anime rotto, che ci permette di collezionare solamente due unità, rigenerando altrettanta vita.

Nella città iniziale, Pulveria, incontreremo un simpatico insetto che ci darà il benvenuto nella “allegra” città, spiegandoci che in molti si sono messi alla ricerca di tesori nascosti e non tutti sono tornati per raccontarlo. Sarà uno dei nostri compiti salvare quanti più cittadini possibile, e uccidere quelli ormai corrotti dal virus. Questi sono più di 140 nemici, superando il record detenuto da Castlevania: Symphony of the Night, il capostipite del genere dei Metroidvania.

L’obbiettivo di Hollow Knight sarà infatti contenere una volta per tutte il Virus che si è espanso per tutto il sottosuolo.

Durante la nostra avventura incontreremo anche tanti personaggi che ci faranno compagnia durante il viaggio, questi ci racconteranno della loro vita e delle loro ambizioni, a volte narreranno parte della storia di queste caverne ormai dimenticate.

Uno dei personaggi più amati (strano ma vero, non sto parlando di Hornet) è Myla, tra i più teneri del gioco, che ci porterà gioia con la sua canzoncina, che canterà ogni volta che la incontreremo.

In definitiva.

Consiglio spassionatamente di comprarvi Hollow Knight! è un gioco Indie di altissimo livello che merita davvero tutti i riflettori nel parco titoli Nintendo.

Nonostante il gameplay possa non essere immediato, presto vi abituerete alle imboscate dei boss e ai nemici più fastidiosi del gioco, fino ad odiarli così tanto… da amarli fin al profondo del vostro void.

Sicuramente è un’esperienza che vivrete al meglio su Nintendo Switch grazie ai tasti direzionali, che vi aiuteranno molto nella vostra avventura. E fidatevi, la precisione in Hollow Knight è fondamentale, se volete completare il gioco al meglio.

Abbiamo adorato il gioco fino all’ultimo, ammettiamo di non averlo però completato… Maledetto Sentiero del Dolore.

Pensate di provare questa avventura? Nel caso, buona fortuna a tutti! Ne avrete bisogno.

E riprovate, riprovate, riprovate! Ne varrà la pena.

Volete saperne di più sui nostri giochi preferiti e non solo? Seguiteci su Facebook per restare sempre aggiornati!

 

È una talpa. Gioca e pasticcia da che ha memoria. Tipo Fuoco, ha pianto fiumi di lacrime su ogni Mystery Dungeon in 8bit (oh, Grovyle) Studia giapponese e fa danni di conseguenza. Colleziona una quantità imbarazzante di dadi, visto che i Pokémon non ci sono. Fa indigestione di cartoni animati

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari