fbpx
Connect with us

News

Nintendo contro Hacker: Il baffo di SuperMario ne esce vincitore!

Published

on

Nintendo contro Hacker: Il baffo di SuperMario ne esce vincitore! 1

Nel non troppo lontano 2018, Nintendo ha mosso una causa contro il team di hacker “Xecuter” per tutelarsi dalle azioni illegali di pirateria che miravano ad alcuni titoli per la console attraverso hack rom. Alcuni utenti, quindi, hanno avuto la possibilità di usare queste hack per appunto eseguire i giochi piratati a danni della Nintendo e della sua economia. Come si è sviluppata l’intera azione legale e chi è il vincitore di questa causa? Ovviamente Nintendo, ma è tempo di scendere nei dettagli!

Nintendo contro Hacker: Il baffo di SuperMario ne esce vincitore! 2

Hacker, Moreno e Switch modificate.

Nell’attuale mondo videoludico, scenari di pirateria, di hacker che mirano al sistema di intrattenimento per farlo usufruire ai propri consumatori e non, è totalmente una situazione ordinaria e piuttosto comune. La stessa Nintendo è stata più volte impegnata a scontrarsi con molti siti e gruppi che avevano l’obbiettivo di condividere rom e software partoriti dalla stessa grande N.

Proprio nel dicembre 2018, Nintendo ha intrapreso un’azione legale contro un Californiano che ha venduto delle Switch modificate prodotte dal Team di hacker Xecuter. Queste modifiche includevano delle schede di memoria contenenti copie piratate di titoli Nintendo, oltre a una versione modificata del Nes Classic con a seguito circa 800 giochi dalla stessa natura illegale.

Inizialmente l’industria videoludica giapponese aveva identificato come figura principale un certo “Mikel Euskaldunak” successivamente nominato Sergio Mojarro Moreno. Nel settembre 2019 le tracce indicavano che le parti avevano trovato un’accordo per la risoluzione del caso. Questo accordo si è perfezionato verso la fine del dicembre 2019 presso il tribunale della California. È stato dichiarato che Nintendo è un marchio di videogiochi di fama mondiale il cui status è sostenuto da proprietà intellettuali con diritti d’autore “validi e applicabili su tutti gli aspetti

Nintendo contro Hacker: Il baffo di SuperMario ne esce vincitore! 3

 

Sentenza e giudizi del caso.

La sentenza ha imposto di trattenere l’imputato e chiunque agisca con lui per continuare l’attività di vendita di tali dispositivi. A Moreno è stato vietato il vendere, noleggiare, offrire o distribuire copie non autorizzate delle opere protette da copyright di Nintendo. Il giudizio ha inoltre stabilito che il convenuto dovrà astenersi da certe condotte relative alla validità o applicabilità di qualsiasi diritto di proprietà intelletuale dell’attore (Nintendo) e attività legate al mondo degli hacker, modifica ed elusione di sistemi di protezione informatica di Nintendo incluse azioni come decodificazione di software della grande N o affiliati.

Moreno è tenuto anche a fornire a Nintendo una certificazione scritta nella quale si afferma che nessun software o hardware, incluse ma non limitate a SX Pro, Trinket M0 o copie illegali erano in suo possesso in data del giudizio o eventualmente distrutte nella stessa fascia temporale. Infine il tribunale ha stabilito che le parti a sopportare le proprie spese legali.

Nintendo contro Hacker: Il baffo di SuperMario ne esce vincitore! 4

L’evolversi della causa ha fatto trionfare Nintendo contro i famigerati hacker e Moreno. Si sconsiglia vivamente di non farsi affascinare dal mondo di modifiche e copie illegali, non solo di Nintendo ma di tutte le opere, marchi, software e hardware protetti da copyright e diritti d’autore.

Se i curiosi sono pronti a informarsi di più a riguardo le vicende appena presentate, probabilmente troveranno utile il seguente testo.

E voi, cosa ne pensate di questa causa? Approvate il modo severo di Nintendo nell’inseguire la lotta contro la pirateria? Fatecelo sapere sui nostri social, e restate sintonizzati per tante nuove notizie a tema Nintendo. Un saluto da Pokéuomo.

Siamo 4 ragazzi con la passione per il mondo Nintendo e i videogames in generale. Abbiamo anche un canale YouTube che ha lo scopo di diffondere la cultura della grande N!

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari