fbpx
Connect with us

Pokémon

Dopo 22 anni l’arrivo di Pokémon su home console!

Published

on

Dopo 22 anni l'arrivo di Pokémon su home console! 1

Per quasi più di due decenni, i titoli Pokémon della serie principale sono stati sempre ed unicamente rilasciati per console portatili. Con Let’s Go Pikachu ed Eevee le cose sono cambiate, e i giochi sono approdati per la prima volta su home console, seppur mantenendo la loro “intrinseca portabilità” grazie alla natura ibrida di Nintendo Switch.

Con Pokémon Spada e Scudo in arrivo il 15 Novembre, la nota rivista videoludica statunitense Game Informer sta dedicando il mese di Ottobre al rilascio di informazioni inedite sui giochi. Nella loro ultima pubblicazione è presente una nuova intervista esclusiva al Producer dei due titoli, Junichi Masuda, dove gli è stato chiesto perché la serie ha impiegato così tanto ad arrivare su console fissa.

La nostra casa in Pokémon Spada e Scudo

Un lungo approdo su home console.

Rispondendo alla domanda, Junichi Masuda ha dichiarato che sin dalle sue origini, Pokémon ha sempre avuto in mente l’iterazione tra più giocatori in-real-life tramite scambi, lotte e mini-giochi, effettuati grazie ad un cavetto argentato piuttosto che alla connessione wireless Wi-Fi. Proprio grazie alle console portatili, che a differenza delle console fisse non avevano bisogno di essere collegate ad una tv, era possibile uscire di casa a giocare, parlare e diversi coi propri amici!

“É divertente giocare da soli a casa, ma probabilmente è addirittura meglio giocare con degli amici ad una festa.”

Dopo 22 anni l'arrivo di Pokémon su home console! 2

L’importanza delle distribuzioni speciali nei negozi.

Junichi Masuda durante l’intervista ha anche sottolineato l’importanza delle distribuzioni di eventi (strumenti unici, Pokémon Misteriosi, Leggendari ecc.) nei negozi: queste infatti sarebbero preziose occasioni nelle quale incontrare vecchi e nuovi amici, creando ricordi felici e legandoli al mostriciattolo ottenuto!

“Quei momenti si trasformano in ricordi, e questo aggiunge un valore al Pokémon ricevuto: ogni volta che lo rivedrai, ti tornerà in mente quella piacevole esperienza, e noi riteniamo che questo genere di esperienze siano preziose.”

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Junichi Masuda riguardo l’aspetto sociale dei giochi e l’importanza degli eventi? Avete qualche dolce ricordo legato ad una partita coi vostri amici o a qualche distribuzione particolare? Fatecelo sapere commentando i post dei nostri social, e vi ricordiamo di tenere d’occhio il nostro sito, che si impegnerà questo mese ad aggiornarvi su tutti gli annunci rilasciati da Pokémon e Game Informer!

Ciao! Ho 19 anni, sono una neodiplomata in attesa di andare all’università a studiare giapponese ed economia, per poi lavorare un giorno nella terra del Sol Levante! Mi sono appassionata a Pokémon quando avevo 9 anni, e da allora molti dei miei successi personali ed obiettivi professionali rivolvono attorno a questo fantastico gioco! Shiny-hunter compulsiva, giocatrice di VGC a tempo perso e da oggi autrice per PokéUomo: piacere di conoscervi, sono Rachele!

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari