fbpx
Connect with us

Pokémon

10 domande a: Alessandro Cremascoli, campione di Pokémon GCC!

Published

on

10 domande a: Alessandro Cremascoli, campione di Pokémon GCC! 1

 Tra i più grandi orgogli italiani in quanto a competizioni a tema Pokémon GCC, tra i tanti giocatori che ogni anno infestano tornei e league cup, ce n’è uno che ci regala soddisfazioni da davvero tanti anni: Alessandro Cremascoli. Se nome e cognome propri non vi fanno balenare in testa la sua faccia vi aiuterà leggere il suo nickname da twitcher e personaggio social: iCaterpie. Ora avete capito di chi si tratta, eh?

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso

Ecco le Dieci Domande A…Alessandro Cremascoli (a.k.a. iCaterpie) per scoprire insieme come da semplice giocatore questo personaggio sia arrivato ad essere riconosciuto come campione. Appassionati di Pokémon GCC penna e carta alla mano, prendete appunti perché Google non vi fornirà mai un How To diventare campioni del Pokémon GCC più figo di questo.

1. Dici che hai iniziato a giocare insieme a tuo padre e tuo fratello ormai molti anni fa, che ricordi hai di quel periodo? Ti hanno introdotto loro a questo mondo?

No, direi che è stato il contrario. Quando i Pokémon sono arrivati in Italia avevo circa 8 anni e sono stati un evento incredibile! A quell’epoca abbiamo visto davvero ogni cosa legata al mondo dei mostri tascabili: album di figurine, videogiochi, cartoni animati, biglie, Pokédex, miniature, peluches e ovviamente le carte del Pokémon GCC. Ricordo che all’uscita da scuola i miei genitori mi portavano sempre in edicola e mi compravano una bustina così che a casa avevamo iniziato ad accumulare una montagna di carte senza sapere esattamente cosa farci.

Un giorno mio padre se ne uscì con una frase tipo:”Basta ! O imparate a giocare con queste carte oppure non ne compriamo più!“. Nella mia classe c’era un bambino che giocava in una Lega nel mio comune per cui ricordo che tutti insieme ci siamo presentati lì con le nostre carte interessati a saperne di più. Un ragazzo si avvicina a noi e ci chiede se siamo lì per giocare a carte Pokémon. Io, rimasto a bocca aperta, ho fatto un cenno di sì con la testa.

“Hai portato le tue carte ?”
“Ho qui il mio mazzo” risposi io tutto orgoglioso mostrando il mio mazzo composto da più di 100 carte fatto interamente di pokemon
“Ehm..ok. Queste le lasciamo qui per un momento e ti presto il mio”

E così insegnò a me e mio fratello a giocare. Mio padre era ancora un ragazzo all’epoca, essendo noi molto vicini di età, per cui si interessò anche lui e da allora iniziammo a giocare insieme, dapprima a casa, poi in giro per i tornei di tutto il mondo.

2. C’è una carta che ti sta particolarmente a cuore?

Regigigas ed Hoopa mi hanno accompagnato nel corso di tutta l’ultima stagione regalandomi un’identità pokemonistica che fino ad allora mi mancava. Scelgo loro due!

3. Oltre al GCC, sei appassionato anche ai videogiochi? Qual è il tuo titolo Pokémon preferito?

Non particolarmente. Li ho giocati tutti fin dal primo Pokémon Giallo ma dopo 20 anni mi aspetto molto di più dai giochi Pokémon rispetto a quelli che stanno continuando ad uscire, incluso l’annunciato spada e scudo. Il mio preferito rimane pokemon cristallo.

4. Ormai sei al 12esimo mondiale di Pokémon GCC disputato. Che sensazioni provi a partecipare? Sono sempre le stesse della prima volta o c’è stata un’evoluzione col tempo?

È ovviamente diverso. La prima volta che partecipai ad un mondiale dovevo compiere 14 anni e non ero nessuno nel mondo del Pokémon GCC. Ora le emozioni che provo nel trovarmi lì sono sempre tante ed incredibili ma ci sono tante altre cose di mezzo. Il mio sogno è riuscire a scrivere il mio nome tra i migliori due di un mondiale così che il mio nome possa rimanere per sempre nella storia dell’evento più prestigioso di questo gioco.

5. Sei già proiettato ai prossimi eventi, come ti stai preparando alle prossime sfide?

I test online sono molto importanti tuttavia sono sempre un rischio. Inventare un mazzo nuovo e giocarlo online significa esporlo al pubblico e non sai mai chi ti puoi trovare di fronte. I tornei locali non sono affidabili come test ma aiutano moltissimo se preparati bene per cui ringrazio le persone che trovo in quegli eventi e cerco di trarne il massimo possibile.

6. Qual è stata la vittoria più bella per te?

Il mio primo nazionale italiano nel 2010. Un giornata caldissima nel parco divertimenti di Mirabilandia con un pubblico di amici e curiosi a celebrare quel momento. Non lo dimenticherò mai.

7. A breve arriverà un periodo ricco di uscite grazie alle nuove espansioni del GCC. Ti aspetti grosse novità da essi?

Sotto questo aspetto la Pokémon Company ha sempre saputo il fatto suo per cui non ho dubbi che troveranno sempre il modo di portare novità e farci divertire. Ho visto che ci aspettano i nuovi Pokémon V, staremo a vedere come cambieranno le cose

8. Cosa vorresti cambiasse nel Meta del GCC per migliorarlo?

Rivorrei la struttura torneistica del passato. Cittadini, regionali e nazionali in ogni paese con l’aggiunta della struttura internazionale di adesso. Ho perso i contatti con tanti amici che hanno smesso di giocare a causa di questo cambio e mi è molto dispiaciuto. Credo che una struttura di questo tipo offrirebbe a tutti la possibilità di giocare come meglio ritiene opportuno e comunque competere per il titolo di campione nazionale.

9. Secondo te cosa ha portato il GCC ad avere una crescita così esponenziale in popolarità negli ultimi tempi?

La Pokémon Company ha annunciato che nel 2020 il mondiale si terrà a Londra. E’ la prima volta nella storia che scelgono di fare un mondiale in Europae credo che più di tutto sia una cosa che spinge le persone a partecipare ai tornei. In aggiunta il mondo social permette a tutti di essere maggiormente informati su tutto così che anche per i nuovi giocatori, o i meno esperti, sia più facile approcciarsi al gioco.

10. Sei ormai molto attivo sui social, tra cui YouTube e Twitch. Hai già qualche progetto in cantiere per il prossimo futuro su queste due piattaforme?

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, barba e testo

Di recente ho spostato tutte le live serali sul canale twitch che invito tutti a seguire. Su YouTube rimarranno i video ed i riassunti delle live e per ora continuerò con questo programma. Sto scrivendo una storia del gioco competitivo di carte che porterò nel canale così come alcuni giochi nuovi come Pokkén ed il nuovo Pokémon Masters. Tante altre novità ci saranno in futuro ma per ora nessuno spoiler!
Alessandro Cremascoli ha dedicato la vita al suo sogno di diventare campione di Pokémon GCC.
Voi quanto sapevate di quanto gentilmente riferitoci da iCaterpie? Fatecelo sapere nei commenti sui nostri social o commentando con noi sulla Pokéuomo Treehouse su Telegram.
Ovviamente non dimenticate di seguire Ale sui suoi canali social e durante le sue stream su Twitch. Ovviamente faremo il tifo per lui durante tutti gli eventi a cui parteciperà (ma siamo di parte).

Fan di Pokémon sin dai suoi primissimi anni di vita, pensa che sarebbe utile un corso di laurea su come redigere biografie sul proprio profilo utente. Musicista, giornalista, social media manager, ci prova per lo meno. Da due anni è la faccia barbuta che si cela dietro Pokéuomo.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari