fbpx
Connect with us

News

Lega Serie A: Il meglio e il peggio del weekend

Published

on

Lega Serie A: Il meglio e il peggio del weekend 1

Anche la Lega Serie A invasa dal fenomeno Pokémon

É con sommo piacere che la redazione di Pokéuomo vi presenta un progetto tutto nuovo e che speriamo vi possa divertire. L’intento del progetto è sempre stato quello di mischiare il brand Pokémon agli argomenti più disparati, per dimostrare che i Pokémon possono davvero invadere e far parte della vita di tutti i giorni di chiunque.

E come non iniziare con lo Sport più amato in Italia? Una vera e propria religione, più importante di eventi politici, guerre, cronaca nera e cataclismi mondiali, il Calcio con la Lega Serie A! Avete seguito i consigli del Polpo Octillery? Se non sapete di cosa si tratta dovreste assolutamente seguire la nostra pagina social  per capirne di più.

A corredo dei pronostici del nostro polpo di fiducia, vogliamo offrirvi anche una cronaca, a modo nostro e in completo stile Pokémon, del weekend di partite della Lega Serie A. Nel caso vi foste persi qualcosa, ci penseremo noi a raccontarvi, in modo originale e dissacrante, il meglio e il peggio del weekend calcistico nostrano. Ma partiamo subito con le partite che più ci hanno colpito della terza giornata di Serie A.

Roma-Sassuolo: palo usa ”Sonoqui”

All’Olimpico di Roma da qualche settimana sta prendendo piede un vero e proprio evento paranormale. In 20 giorni sono stati colpiti la bellezza di 9 pali in sole 2 partite giocate, evento che meriterebbe un record o qualche tipo di riconoscimento dal buon Marco Frigatti. A noi sembra quasi che i pali, esperti del VGC, soffrano di manie di protagonismo e spammino sonoqui a profusione per raccogliere a sé tutti i palloni destinati a rete e conseguenti imprecazioni di tutti i tifosi allo Stadio e a casa. Ma le due compagini in gara non si sono fatte demoralizzare da questo e hanno regalato una partita emozionante e ricca di occasioni, un po’ come non si vedeva dalla Lega di Kalos. Sono ben 6 i gol realizzati, di cui 4 segnati dalla Roma in un primo tempo strepitoso. A salire in cattedra per tutta la partita tale Lorenzo ”Lollo” Pellegrini, che l’ha spiegata un po’ a tutti in 90 minuti, giocando con un’eleganza degna del miglior Milotic, fornendo ben 3 assist ai compagni e tante giocate magiche. Chi invece non ha passato una buona Domenica nella capitale è certamente Vlad Chiriches. L’esordio con la maglia neroverde non è stato dei migliori, ritrovandosi come un Pigliamosche in balia di un esercito di Charizard.

Brescia-Bologna: i Leoni sono così confusi da colpirsi da soli

Il premio alla partita più pazza del weekend va certamente a Brescia-Bologna, dove ne sono successe di tutti i colori. La partita parte a senso unico, con i Leoni di Brescia che passeggiano su un Bologna poco ispirato. Tutto ciò grazie anche ai gol del solito Donnarumma, bomber di razza che già ha fatto faville nelle serie minori ed è pronto a conquistare a suon di gol anche la Lega più importante d’Italia. Nel secondo tempo però tutte le certezze della squadra di casa iniziano a sgretolarsi per colpa di Dessena, che, già ammonito, decide di tuffarsi proprio in faccia all’arbitro che non può far altro che sfoderare un portentoso visotruce ed espellerlo. Da questo momento il Bologna riprende fiducia e parte in rimonta. Il Brescia non riesce più a contenere i rossoblu che recuperano lo svantaggio anche grazie ad un autogol dei leoni, che ci sono sembrati così confusi da colpirsi da soli. A completare la rimonta ci pensa Orsolini, che insacca il 3-4, portando i tifosi bresciani nel vuototetro più profondo.

Inter – Udinese: tra Sberletese e Bodyguard-Lukaku

Lega Serie A: Il meglio e il peggio del weekend 2L’anticipo del sabato della terza giornata del campionato di Serie A ha favorito i nerazzurri di mister Conte, vincenti di misura su un Udinese in trasferta e mai col controllo del match tra le grinfie. Nonostante il dominio interista imperante sul terreno da gioco per tutta la durata dei primi quarantacinque, a sbloccare il risultato deve pensarci la stellina Stefano Sensi. Palla a campana ricevuta dalla destra, l’attaccante interista sbuca tra due avversari e, con la stessa sorpresa di un Digglet tra due Exeggutor di Alola, incorna in rete con una capocciata che spedisce la sfera sotto il sette. Palla imprendibile, Inter in vantaggio e primo tempo concluso. Prima del duplice fischio bianconeri si rendono protagonisti con un brutto gesto di De Paul che, avendo subito l’effetto di Bullo da parte di Candreva, rifila una bella Sberlatesa al visto di quest’ultimo, conquistandosi un bel Cartellino Rosso che lo salva dalla brutta partita che si svolgerà dall’inizio della ripresa fino al 90′. Di seguito potete ammirare il contributo esclusivo del nostro Meme Master Alessandro, a cui questa cinquina ha ricordato esattamente quelle che Croagunk rifilava a Brock nella serie animata.

Allora? Vi piace questa nuova idea? Quale partita vi ha più entusiasmato in questo weekend? Potete segnalarcele di volta di volta, insieme ai momenti più divertenti, sulla nostra pagina social. O magari produrre dei meme così che possano finire essi stessi nell’articolo. Rimanete come sempre sintonizzati sul sito per tante novità a tema Pokémon   e Nintendo. Un saluto da Pokéuomo!

Cresciuto a pane e PlayStation fin dalla tenera età. Profondamente legato a saghe come Assassin's Creed, Kingdom Hearts e Pokémon. Altro forte interesse è la musica. Da anni ormai entrato nel tunnel senza uscita del Binge Watching di Serie TV.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari