fbpx
Connect with us

Pokémon

Lega Serie A: il meglio e il peggio della giornata 5

Published

on

Lega Serie A: il meglio e il peggio della giornata 5 1

Ebbene amici di Pokéuomo, questa settimana la rubrica della nostra amata Lega Pokémon Serie A fa gli straordinari, il tutto per raccontarvi le mirabolanti emozioni del turno infrasettimanale di Serie A, che ha regalato decisamente un bel po’ di sorprese. Per questa giornata i Pokéfellas hanno selezionato davvero il meglio del meglio, tra squadre che non vincevano da tempo immemore, a partite dove la Var ha fatto il bello e il cattivo tempo, ai Big Match più seguiti. Ma andiamo a vedere di preciso cosa ci ha offerto questo turno della Lega Pokémon italiana.

Lega Pokémon Serie A: la Quinta giornata

Fiorentina – Sampdoria: 2-1. It’s been 3000 years.

La sfida tra Viola e Blucerchiati è una dei match più interessanti della giornata della Lega Pokémon Serie A, anche perché entrambe stentano a tenere una continuità positiva in questo inizio di campionato. Nessuna delle due ad oggi ha offerto prestazioni molto convincenti e ai due allenatori già trema la panchina sotto al sedere come se stessero subendo Terremoto. La partita parte molto equilibrata con occasioni da una parte e dall’altra, complici anche le difese poco concentrate, con tempi di reazione degni di uno Slowpoke.

Ma è la Fiorentina a passare in vantaggio, grazie innanzitutto al sempreverde Frank Ribery. Lo Zangoose Viola dimostra una forma invidiabile nel dribbling, tanto da riuscire a servire tramite un’azione da calcio d’angolo un eccellente cross per lo specialista Pezzella che insacca senza problemi tra i birilli avversari. Ma la Samp non ci sta e con una reazione di orgoglio inizia a macinare gioco ed occasioni pericolose. Nel secondo tempo la prima azione pericolosa è proprio tra i piedi del doriano Rigoni che stampa un iperaggio dritto sulla traversa facendo tremare il Franchi.

Ma poco dopo le velleità dei blucerchiati vengono minate da Jeison Murillo che, già ammonito dopo aver

Lega Serie A: il meglio e il peggio della giornata 5 2

usato Oltraggio, cade in confusione e stende un calciatore viola prendendosi la seconda ammonizione con annessa espulsione. Questo episodio condizionerà inevitabilmente la partita, tanto che solo 3 minuti dopo ci pensa Federico Chiesa, con extrarapido, ad infilarsi in velocità nella difesa bucata della Samp per siglare il 2-0. Tutto in discesa? No ovviamente.

Dopo aver sprecato altre nitide occasioni da rete, la Fiorentina inizia a tremare visto che la Samp riduce lo svantaggio grazie alla prima rete in Serie A di Bonazzoli da calcio d’angolo. Gli ultimi 10 minuti di partita vedono la Sampdoria cercare il pareggio alla disperata, esponendosi al contropiede Viola più volte, ma alla fine la partita finisce col risultato di 2-1. Vittoria importante per la Fiorentina, che dà morale visto che non arrivava da Febbraio. L’inviato esclusivo sul campo della Lega Pokémon per Pokéuomo ha giurato di aver sentito Montella esclamare: It’s been 3000 years!

Spal – Lecce: “Mirino” di Mancosu, I Lycanroc leccesi volano!

Partita divertente e frizzante quella andata in scena Mercoledì a Ferrara nella quinta giornata della Lega Pokémon Serie A. Fin da subito Babacar si fa notare, sfoggia una Nitrocarica impressionante e sembra inarrestabile: al 10′ viene messo giù in area ed è rigore. Si presenta Mancosu, che di rigori non ne sbaglia dalla Lega Pokémon Serie C, tira fuori un Mirino dalla Tasca Strumenti ed infligge un brutto colpo. È 1 a 0.

Poco tempo per festeggiare per i giallorossi, di fatti sale in cattedra Di Francesco, figlio d’arte alla Argento, che con un sinistro dal limite dopo una bella azione corale ristabilisce la parità. Il risultato rimarrà tale fino a fine primo tempo, ma con azioni da una parte e dall’altra: Felipe spara da lontano un sinistro che sarà preda di Gabriel, Babacar salta tutti ma salva sulla linea Vicari.

Alla ripresa subito in vantaggio di nuovo il Lecce: Calderoni pesca il jolly ed un Monetamuleto, deviazione di Vicari, palla in rete e posta raddoppiata. Da questo momento parte un vero e proprio assedio della Spal, che solo i voli alla Fearow di Gabriel possono contrastare. Al 71′ nuovo fallo nell’area biancazzurra: Mancosu si presenta, carica e mette a segno.

La Spal proverà fino alla fine a cambiare il risultato ma senza successo.
Preziosa la vittoria per i Lycanroc salentini, si mette male invece per la squadra ferrarese, ora ultima con la Samp nella classifica della Lega Pokémon del bel paese.

Parma-Sassuolo: Berardi a Riposo e tanta Confusione

Quinto turno per la nostra Lega Pokémon Serie A, che capita in mezzo alla settimana come un Gyarados piantato nel bel mezzo del Lago D’Ira! Al Tardini si fronteggiano Parma e Sassuolo, con i ducali che vengono da 2 sconfitte e la banda De Zerbi che vuole provare a replicare la rotonda vittoria di pochi giorni fa contro la SPAL.

Lega Serie A: il meglio e il peggio della giornata 5 3Il match vede occasioni da entrambe le parti ma a brillare è soprattutto Gervinho, che usa AGILITA‘ e diventa imprendibile per la difesa nero-verde! L’ivoriano, sotto l’evidente effetto di PRECISIONE X, la butta dentro per 2 volte ma, in entrambi i casi, si vede negare la gioia da un VAR più amaro del “ricarica totale” usato all’ultimo respiro da Lance sul suo Dragonite!

Dal lato del Sasòl gli unici spunti degni di nota sono quelli del talentino Boga e di bomber Caputo che però, dopo la doppietta di 3 giorni prima al povero Berisha, deve ricaricarsi come dopo un IPER-RAGGIO e quindi non riesce a buttarla dentro. Decisamente sotto tono anche Mimmo Berardi che, dopo l’inizio di campionato strepitoso con 5 gol in 4 gare, si prende una giornata di riposo (e la sua “assenza” si nota non poco!).

L’apice della partita è l’episodio (sempre deciso da un VAR più lento e sonnolento di uno Slakoth) che porta sul dischetto Roberto Inglese, pronto a gonfiare la rete e a spezzare il suo digiuno. Peccato che di fronte al povero Bobby English ci sia un certo Consigli, portiere di professione e para-rigori per vocazione.

Il n. 47 usa saggiamente TURBOSABBIA in faccia all’attaccante che, con poca lucidità, calcia una palla molle e prevedibile che non causa danni. Simpatica e beffarda l’esultanza del portiere, che imita Conor McGregor facendo il BULLO verso i poveri giocatori giallo-blù, che non sanno più cosa inventarsi per andare in vantaggio.

Il problema si risolve da sè quando, in pieno recupero, il Sassuolo E’ COSI CONFUSO DA COLPIRSI DA SOLO: punizione Parma dalla trequarti, cross sulla testa di Barillà che prova a fare la sponda in mezzo e trova la sfortunata deviazione di Bourabia, nella propria porta. Game, Set & Match per il Parma, che ai punti ha dimostrato di meritare la vittoria contro un Sassuolo spompato e con poche idee.

Protagonisti della gara indubbiamente Consigli, che tiene a galla la sua squadra finchè può, e Gervinho, che si vede annullare ben 2 gol dal VAR e resta con l’esultanza strozzata in gola. Congedato con disonore Inglese, che doveva essere il top del reparto offensivo ducale ma che, fino ad ora, ha deluso ampiamente. Che sia per lui questo il famoso fondo da toccare, prima della proverbiale risalita? I suoi tifosi (e quelli che hanno creduto in lui al Farfetc’calcio Lega Pokémon di Serie A) ci sperano!

Brescia-Juve: Balotelli usa Ritorno… Non ha effetto sui bianconeri nemici

Lega Pokémon di Serie A che in questa quinta giornata ha visto ritornare “alla casa” un vecchio volto: Mario Balotelli. Era la sua grande serata, con la maglia del Brescia contro la corazzata Juventus. Mancava anche CR7 all’appello, ma l’attacco Ritorno di Super Mario non ha sortito alcun effetto sulla formazione bianconera.

Un attacco Normale però, si sa, non colpisce gli Spettri, tipo che la Juve ha dimostrato di possedere innatamente sul campo dei bresciani. La formazione di Trainer Sarri va sotto dopo appena quattro giri d’orologio, per il gol di Donnarumma. Si coordinano bene RomuloTonali, che in azione corale favoriscono l’ascesa di un nuovo bomber inaspettato del campionato. Dopo il vantaggio tra Brescia e Juve troneggia la seconda compagine, con qualche Scintilla di lucidità qua e là per l’undici allenato da Corini.

Fino al 40′ minuto, momento del pareggio bianconero, si susseguono Khedira, Ramsey ed Higuain. Quest’ultimo agisce per tutto il match in maniera decisamente lucida, ma quando si tratta di concretizzare esce fuori la sua indole snorlaxiana e fa così una bella scorpacciata di gol. Poco male, el gordito non merita evidentemente la gioia di arrivare a rete.

Nella ripresa la Juventus, mai doma come un Tauros infuriato, arriva finalmente a dama concretizzando la Rimonta, operata da Pjanic che dalla distanza tira una Falce-cannonata imprendibile per l’estremo difensore di casa. I secondi quarantacinque minuti vedono Balotelli alzare il capo più volte con Ritorno, ma gli attacchi Normali del giocatore sono, come detto, inefficaci contro il tipo Spettro. Una Juve irriconoscibile e senza fantasia si impone dunque in rimonta su un buon Brescia; i tre punti non gli valgono il Primo posto della Lega Pokémon Serie A, ma è una quinta giornata decisamente più rosea dei rivali napoletani, sconfitti in extremis dal Cagliari.

Cresciuto a pane e PlayStation fin dalla tenera età. Profondamente legato a saghe come Assassin's Creed, Kingdom Hearts e Pokémon. Altro forte interesse è la musica. Da anni ormai entrato nel tunnel senza uscita del Binge Watching di Serie TV.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari